Mostra Pasqualino Rossi

pr2.jpg

 

Pasqualino Rossi ....

La scoperta di un protagonista del barocco
 

Serra San Quirico, ex Monastero di Santa Lucia 

1 marzo – 13 settembre 2009

 

 

 

E’ una mostra risarcitrice quella che Serra San Quirico, dedica a Pasqualino Rossi, grande, anzi grandissimo artista del barocco italiano. Un grande il cui nome era stato espunto dalla storia ufficiale dell’arte.Per quasi 3 secoli di lui non si è saputo, anzi scritto, nulla. La sua produzione, proprio per l’alto livello qualitativo, era “emigrata” verso le più diverse ed illustri paternità: Carracci, Correggio, Crespi…Tutt’al più veniva ricordato come uno dei tanti che si applicarono alla”pittura di genere” in voga tra Seicento  Settecento.

Curioso destino per un artista che in vita fu conteso dalla grande committenza romana ed internazionale: le sue opere venivano pagate a peso d’oro e averne molte nella propria collezione veniva giudicato un segno di distinzione. Un gusto che, per altro, ha contagiato anche i connoisseurs d’oggi e infatti Rossi è ambito, e non poco, sia pure in un circuito molto alto del collezionismo d’arte.

Ma c’è un luogo dove il nome di Pasqualino Rossi non è mai veramente scomparso ed è, non a caso, Serra San Quirico.

Qui, nel tessuto di un paese perfettamente medievale è incastonata una sontuosa gemma del barocco, la Chiesa di Santa Lucia, una basilica romana in formato ridotto trasportata tra viuzze del Trecento. In Santa Lucia, il potere dell’Ordine Silvestriniano volle dare  un forte segno inviando quassù Leonard Chiallot, il migliore dei berniniani, a trasformare in un abbagliante palcoscenico sacro il trionfo di un  Ordine universale retto da Abati di queste vallate. Ma il posto d’onore venne riservato a Pasqualino Rossi, incaricato di raccontare la storia della santa titolare, la Vergine Lucia, riservandole l’intera abside. Segno di particolare considerazione che non salvò comunque Pasqualino Rossi dall’oblio.


La mostra è promossa  dal Comune di Serra S. Quirico, dalla Comunità Montana Esino Frasassi in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività culturali. – Soprintendenza di Urbino, la Regione Marche, la Provincia di Ancona e l’Arcidiocesi Camerino-S. Severino Marche, Parrocchia dei SS. Quirico e Giulitta con il contributo della Fondazione e Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana. La mostra è curata da da Anna Maria Ambrosini Massari e Angelo Mazza e coordinata da Fabio Marcelli e Marta Paraventi (catalogo Silvana Editoriale); è prodotta e organizzata dal Consorzio Marche Verdi.


Per coinvolgere la cittadinanza di Serra S. Quirico sono previste, presso il Teatro Santa Maria del Mercato, sabato 28 febbraio alle ore 17.00, la presentazione della mostra riservata a tutte le famiglie serrane e la possibilità per i residenti di visitare la mostra il 1 marzo gratuitamente.

Il fine settimana del 7 e 8 marzo invece l’attenzione sarà riservata alle donne che avranno l’ingresso ridotto a € 2,50; se accompagnate invece l’ingresso sarà gratuito. 

 

LA MOSTRA SU YOUTUBE...

http://www.youtube.com/watch?v=7tbketsq3oc (PRESENTAZIONE SEDE)

http://www.youtube.com/watch?v=Cfk7DWZLC6U&feature=related  (CONFERENZA STAMPA)

pr1.jpg
INFO E PRENOTAZIONI

TELEFONO 0731/880079; 199 151123 (numero verde)
Ufficio stampa regionale: Paola Cimarelli (cell. 349-7064123)
www.pasqualinorossi.info
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

DATE E ORARI APERTURA MOSTRA

Orari: dal 1 marzo al 30 maggio 10/13; 15-19, festivi e prefestivi. Gli altri giorni su prenotazione (tel. 0731/880079; 199 151123). Dal 1 giugno al 13 settembre: 10-13/ 16-20, lunedì chiuso. Ingresso: euro 5, ridotti euro 3. Catalogo Silvana Editoriale.