Il Progetto: lo zucchero e la balena

LO ZUCCHERO E LA BALENA


La baleniera su cui il capitano Achab e il suo equipaggio vanno a caccia di Moby Dick, la balena bianca, è descritta come «un bastimento inusitato e vecchio...una nave della vecchia scuola, piuttosto piccola»: non potrebbe essere una metafora dei luoghi dell’educazione? Un veliero «nobile e malinconico», spesso preda delle onde e di venti contrari, ma che ancora cerca la sua rotta e non vuole naufragare. E se fosse la metafora del teatro, arte antica e fatta da piccole comunità, che rischia di essere sommerso dalla società dell’immagine e dello spettacolo? E il capitano Achab, ossessionato dalla bianca e mostruosa creatura marina, «roso di dentro e arso di fuori dagli artigli fissi e inesorabili di un’idea incurabile», non avrà per caso un po’ l’ostinazione di chi continua a inseguire il «fantasma» del teatro educazione, che ogni tanto compare vicinissimo e poi si inabissa per ricomparire misteriosamente in un altro luogo e in unaltro tempo? D’accordo, il parallelo regge fino a un certo punto: il teatro educazione, quando l’abbiamo incontrato e praticato, non ci ha mangiato gambe (come Moby dick con Achab) o braccia, né ha fatto affondare la nostra nave; e il teatro educazione non è certo una creatura del male, crudele e vendicativa, come invece  ad Achab sembra essere la balena bianca; non ha, non dovrebbe avere la «pesantezza» di questa, non è una creatura da arpionare, ma piuttosto da «catturare» con la leggerezza del gioco di Mary Poppins; in fondo «basta un poco di zucchero...»(e non di sale) sulla coda della balena e riusciremo a saltarci sopra. Insomma, anche quest’anno la Sete cercherà di imparare e insegnare come mettere lo zucchero sulla coda di Moby dick.
 
Primo anno
Conoscenza del sé, ascolto,  comunicazione espressiva, relazione con l’altro e con il gruppo, conflitti e processi di integrazione nel lavoro di gruppo, educazione alla visione, riflessione pedagogica e autovalutazione sul percorso formativo.

Secondo anno
Costruzione e conduzione del gruppo di Teatro educazione;  dinamiche di relazione, conflitto, integrazione tra espressione individuale e creazione collettiva; organizzazione e motivazione del team di lavoro; progettazione e produzione di percorsi di Teatro educazione; analisi della visione; riflessione pedagogica e autovalutazione sul percorso formativo.

Master

Confronto ed integrazione tra i metodi del Teatro educazione e il metodo di conduzione e di lavoro di un maestro del teatro di ricerca o del teatro sociale italiano; realizzazione di una performance pubblica; riflessione pedagogica e autovalutazione sul percorso formativo.