17 / 18 marzo: la bambola di kokoschka
I WEEK-END FORMATIVI ATG
I teatri del Teatro Educazione nella Casa del Teatro Educazione di Serra San Quirico

 

LA BAMBOLA DI KOKOSCHKA

condotto da Margherita Dotta Rosso

17 / 18 marzo


Alla fine dell’altra guerra, Kokoschka, sia per la nausea datagli dallo spettacolo della crudeltà umana, sia per certe penose esperienze personali nei rapporti con l’altro sesso, trovò che i contatti coi suoi simili gli erano insopportabili; d’altronde gli pesava anche la solitudine. Pensò allora a un insolito rimedio. Non gli
bastava una donna di fantasia, un’Aurelia come a Gérard de Nerval; egli voleva una creatura reale eppure irreale, morta eppure spirito vivente. A dar corpo a questa sua paradossale idea Kokoschka trovò un’artista, una certa signorina M. di Stoccarda, che si impegnò di fabbricargli la bambola.
Aneddoto che Mario Praz (Patto col serpente, 1972) ha tratto da Kokoschka, life and work di Edith Hoffman (1942).

Il laboratorio propone la costruzione della “bambola” come doppio o riflesso o altro da sé (perché temi legati all’adolescenza) attraverso giochi d’identità, di riflessione, di confronto con l’altro nei quali immagine e immaginario sono centrali.
L’incontro si propone di vivere situazioni e stati d’animo quali potrebbero essere vissuti da adolescenti nei laboratori di teatro a scuola.

Luogo
Serra San Quirico, Palazzo ATG

Programma orario: arrivo utenti nella mattinata del sabato entro le ore 13.00. Inizio ore 14.00. Termine ore 19.30. Pausa cena in cucina ATG. Inizio domenica ore 9.00 sino alle ore 13.30. Pranzo e partenze..

Ore di formazione
10 + cena di lavoro.

Curriculum Docente
Margherita Dotta Rosso è docente di Figura modellata al Primo Liceo Artistico di Torino inizia nel 1988 a stabilire relazioni tra corpo animato - quello degli allievi – scultura, arte e spazio ed a proporre performances quali prodotti delle attività laboratoriali. Nel 1998 incontra l’Associazione Teatro Giovani e frequenta il suo percosro formativo S.E.T.E. per 5 anni dove ha modo di approfondire il senso del teatro educazione grazie all’incontro con attori, registi, pedagoghi, musicisti ed insegnanti di altissimo livello ed umanità. Continua la propria ricerca artistica con il Gruppo “Le OMBRE” che si propone di ridurre a due dimensioni, quelle dello schermo, forme tridimensionali.

Materiali
abbigliamento comodo, uno specchio, materiali (cui si tiene molto) per costruire la bambola.

A chi è rivolto
insegnanti e operatori teatrali o teatranti, addetti alla comunicazione, lavoratori del sociale, studenti universitari di facoltà umanistiche.

Costo
160,00 euro che comprende docenza, vitto e alloggio.